Come far durare lo smalto più a lungo

Lo smalto, nonostante la diffusione di prodotti a lunga tenuta come: gel, acrilico, semipermanente, ceramica, etc, resta ancora uno dei prodotti preferiti delle donne. La scarsa durata però fa storcere il naso a tutte coloro che non hanno tempo di riapplicarlo più volte a settimana o al mese.

Ma sarà vero che lo smalto dura così poco ? 

Non voglio assolutamente paragonarlo a prodotti come quelli già elencati in alto ma mi irrita profondamente il "questo smalto non dura niente" che leggo o sento in giro. Quello che ancora molte non capiscono è che mettere lo smalto, nonostante sia una procedura facile, veloce e "casalinga", non è poi cosi semplice come si pensa. 

Quello che è alla base della durata non è lo smalto in se bensì la preparazione dell'unghia. 


Cercherò nel modo più chiaro possibile di spiegarvi cosa è giusto fare prima dell'applicazione dello smalto :)


COSA NON FARE
  • evitare di stare a lungo a contatto con l'acqua prima di applicare lo smalto ;
  • non usare: oli, creme, sciogli-cuticole oleosi; 
  • mai applicare lo smalto senza base;
  • evitate il famoso metodo per rimuovere pellicine e cuticole ovvero la ciotola d'acqua calda con olio e limone, potete farlo un giorno prima o a qualche ora di distanza dall'applicazione.

COSA FARE

  1. Rimuovere ogni residuo di smalto dalle unghie;
  2. Con un bastoncino d'arancio spingere indietro le cuticole ( si può utilizzare un cutilce remover non oleoso come il "cuticle away" di CND);
  3. Il passaggio fondamentale è opacizzare l'unghia con un buffer, questo serve per rimuovere lo strato oleoso che evita allo smalto di aderire alla perfezione;
  4. Per una prefetta adesione preferisco usare una base opaca ( Lacca base di Gamax), queste basi non sono curative hanno la funzione di preparare e proteggere l'unghia. 
N.B:In caso di problemi come ingallimento o unghie deboli è consigliabile usare una base specifica per questi problemi che però risulterà lucida.

      5. Applicate una o due passate del vostro smalto prestando particolare attenzione al margine                   libero. 
    
      6. Applicare il top coat per sigillare.
   7. Applicare l'olio per cuticole oppure una crema. 

Questi sono tutti gli step da seguire per uno smalto a lunga tenuta. Spero che il post serva a molte di voi, non disperate se il vostro costosissimo smalto si stacca o si sbecca non è colpa sua (non sempre xD)  ci serve solo un ottima preparazione :)


6 commenti:

  1. Donna, questi tuoi lampi di genio mi costringono ad amarti sempre di più <3 Hai elencato tutto alla perfezione!
    Ti immaginerai la mia faccia quella volta che madre mi guarda con una boccetta di Zoya in mano e mi fa "Questo smalto non dura niente!" -.-
    Ps. Quell'olio mi sembra di conoscerlo :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah :') Ormai devono sapere tutti della preparazione dell'unghia :D Ah si, l'ho finalmente aperto dopo aver superato il trauma di quello verde sparso su tutto il pavimento, lo amo!

      Elimina
  2. Cia Giulia, aggiungerei che alcuni smalti reagiscono male con la base, quindi a volte basta davvero metterne una diversa. Io uso la Bonder di Orly e mi trovo benissimo con tutte le marche di smalto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi è mai capitato fino ad ora, io cambio spesso base in base all'esigenza e alla lunghezza delle unghie :)

      Elimina